Corso Cavour, minorenne precipitato dalla finestra

Morto per scappare dall’Acsim La procura archivia l’inchiesta

MACERATA – E’ stata archiviata l’inchiesta aperta dal sostituto procuratore Irene Lilliu per fare luce sulla morte del giovane rumeno caduto il 25 ottobre dello scorso anno dal quarto piano del centro Acsim, in corso Cavour. M.N., 16 anni, stava scappando dalla finestra e voleva raggiungere un balcone vicino. Un tentativo di fuga che si concluse nella maniera più tragica.

Era stato il sindaco di Civitanova, Erminio Marinelli, ad affidare il ragazzo all’Acsim dopo che lo stesso era stato trovato dagli agenti del Commissariato nell’ambito di un’operazione che aveva portato a controlli a tappeto nella comunità rumena civitanovese. Essendo stato l’unico minore rintracciato, infatti, era stato affidato ai Servizi sociali del Comune di Civitanova. La Procura aveva aperto un’inchiesta contro ignoti, che come detto è stata archiviata in quanto – nonostante l’espletamento di tutti gli accertamenti del caso e l’audizione di diversi testimoni – non sono state accertate responsabilità penali. La ricognizione cadaverica, lo ricordiamo, confermò che la morte del giovane rumeno era avvenuta per lo sfondamento del cranio provocato dall’impatto col marciapiede: conseguentemente non venne disposta alcuna autopsia.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
rssyoutube
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi