Sbarchi e accoglienza in Italia: i dati più interessanti

Il Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione – Ministero dell’Interno – pubblica periodicamente, sia su base giornaliera che mensile, dei rapporti statistici sugli sbarchi e l’accoglienza nel nostro Paese.

Osservando come periodi di riferimento gennaio 2016 e gennaio 2017, tra i dati più significativi a livello nazionale risaltano:

– un calo tendenziale del numero dei migranti sbarcati: a gennaio 2016 si attestavano a 5.273 mentre i rilevamenti a gennaio 2017 registrano 4504 sbarchi.

– le nazionalità maggiormente dichiarate al momento dello sbarco sono in ordine : Costa D’Avorio, Guinea e Nigeria. Nell’anno precedente le nazionalità dichiarate erano principalmente Nigeria, Eritrea e Guinea.

– per quanto riguarda i minori stranieri non accompagnati (MSNA) al 23 gennaio i dati segnalano 395 sbarchi.

– un ultimo dato interessante riguarda i migranti effettivamente ricollocati dall’Italia verso altri paesi. La procedura ha coinvolto in totale 2.916 migranti (2.696 adulti e 22 bambini). I paesi di destinazione maggiormente interessati sono stati nell’ordine: Germania, Norvegia, Olanda e Finlandia.

Uno sguardo sulla regione Marche:

4.683 gli accolti sul territorio marchigiano per l’anno 2016, mentre al gennaio 2017 il dato è di 4.533 migranti (il 3% del totale degli accolti a livello nazionale).

Per quanto riguarda la collocazione tra le varie tipologie distrutture di accoglienza al 31/01/17:

684 sono i migranti accolti nelle strutture SPRAR;

3.849 nelle strutture temporanee.

*Dati e grafici estrapolati da:

http://www.libertaciviliimmigrazione.dlci.interno.gov.it/it/documentazione/statistica/cruscotto-statistico-giornaliero

rssyoutube

#liberailtuosogno – X Giornata Europea Contro la Tratta

#liberailtuosogno – X Giornata Europea Contro la Tratta

Un’ iniziativa dell’Osservatorio Interventi Tratta del Dipartimento delle Pari Opportunità

Domani 18 ottobre, in occasione della Giornata Europea Contro la Tratta di esseri umani, in diverse piazze italiane saranno lanciati in aria simultaneamente migliaia di palloncini con lo slogan #Liberailtuosogno.
Un gesto simbolico per richiamare l’attenzione sulla questione dello sfruttamento di donne, uomini e bambini vittime di tratta, ma non solo: l’iniziativa ha come obiettivo quello di ribadire la necessità che tutti contribuiscano alla lotta contro la tratta , “liberando”il sogno di quanti vittime di questo fenomeno criminale.

In particolare i promotori ricordano come particolare attenzione debba essere data al fenomeno della tratta a scopo di sfruttamento sessuale (il 53% delle vititme di tratta è trafficato per prostituzione, e di questi circa un terzo sono minori.
Per questo si fanno promotori di una proposta di legge che preveda sanzioni per il cliente, il quale rappresenta la domanda di un mercato basato sull’ignobile “commercio” di essere umani.

Per maggiori informazioni:

https://www.facebook.com/Decima-Giornata-Europea-Contro-la…/

rssyoutube