“Nei miei Panni” classe 3A Istituto Fermi e A.C.S.I.M. premiate dall’UNAR

Roma, 21 marzo 2016.

Nella “Giornata Mondiale Contro il Razzismo” si è svolta, presso la Presidenza del Consiglio, la premiazione dei video vincitori del concorso UNAR “Mettiti nei Miei Panni”.

Tra i premiati anche il video “Nei Miei Panni” realizzato dalla classe 3A dell’Istituto Fermi di Macerata, in collaborazione con A.C.S.I.M.

premio

La premiazione, che si è svolta presso la Presidenza del Consiglio, ha visto protagoniste le scuole vincitrici del concorso, oltre all’Istituto E. Fermi di Macerata, sono stati premiati: per la scuola primaria la classe V D del Convitto Nazionale “Maria Luigia” di Parma e per la scuola secondaria di secondo grado, la classe IV F del Liceo Scientifico Statale Benedetto Croce di Roma.

L’evento presieduto dal Direttore dell’Unar, Francesco Spano, ha visto la partecipazione di Giuseppe Pierro – Dirigente del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e l’intervento di Alessandro Triulzi – Presidente dell’Archivio delle Memorie Migranti, che insieme all’attore Giampiero Judica, ha presentato il lavoro del regista senegalese Dagmawi Yimer: Il film dal titolo “Va Pensiero”, racconto del difficoltoso tentativo di tornare a una vita normale di alcuni migranti sopravvissuti a dei gravi episodi di violenza.

Ha partecipato alla premiazione anche l’attore comico Salvatore Marino, che ha interpretato  alcuni sketch tratti dal suo spettacolo teatrale “Non sono abbronzato. Qui lo dico, qui lo neg(r)o” per riflettere con ironia sui problemi e i moralismi dell’integrazione.

AVVISO DI SELEZIONE PROGETTO ERASMUS +

“Social Inclusion for Youth with Migrant Background”

Bando di selezione per  Erasmus + (Bruxelles 5-25 luglio 2015)

A.C.S.I.M  in quanto partner  del progetto  di scambio “Social Inclusion for Youth with Migrant Background” (SY4MB) promosso da ECEPAA, Erasmus+ , BIJ:

Seleziona:

3 candidati

Per uno scambio giovanile di 20 giorni  (5/25 luglio 2015) incentrato sul tema “Cittadinanza attiva” all’ interno delle istituzioni europee e  che avrà come destinazione la città di  Bruxelles.

Il progetto ha come obiettivo quello di favorire lo scambio di conoscenze e di competenze in riferimento alle istituzioni dell’ Unione Europea.

Il bando è rivolto  esclusivamente a  soggetti che abbiano un background familiare con un passato  migratorio di prima o seconda generazione (almeno un genitore proveniente da un Paese straniero).

Il programma prevede la copertura totale dei costi di vitto e alloggio e di quelli di viaggio fino a un massimo di 170€ A/R.

Per candidarsi è necessario presentare una breve lettera  di presentazione in cui si illustrino motivazioni e aspettative rispetto al progetto .

Requisiti necessari per partecipare alla selezione:

  • Età compresa  fra i 19 e i 29 anni
  • Provenienza da una famiglia con alle spalle un’ esperienza di migrazione (nella prima o seconda generazione)
  • Conoscenza  della lingua inglese che consenta almeno di comunicare

Le candidature dovranno pervenire all’ A.C.S.I.M , la cui sede è in via Roma 102, Macerata  a mezzo  mail all’ indirizzo info@acsim.org (specificando nell’ oggetto SELEZIONE ERASMUS+) o di persona al front-office dal lunedì  al venerdì  dalle  ore 9 alle ore 13 e dalle ore 16.30 alle ore 19.45 e il sabato solo di mattina.

I termini per l’ invio della candidatura sono dal 13 maggio al 27 maggio incluso.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento contattare l’ A.C.S.I.M.  al  n.  0733.264913.

 

“Citta’ accogliente?Solamente a parole”

Corriere

Blitz di fuoco, Amanze dell’ Acsim spara a zero. Christabel e la figlioletta ora dormono nel negozio

Così intitola il “Corriere Adriatico” l’ articolo di cronaca riguardo i fatti accaduti domenica 15 marzo a Macerata, quando all’African Shop di via Morbiducci è stato appiccato un incendio ed è stata lasciata una scritta razzista sulla porta.Il presidente dell’ ACSIM commenta così l’ accaduto:
“Salvo prova contraria, la scritta lasciata sulla porta del locale evidenzia un’ azione diretta e chiara.
Immigrati andate a casa c’ era scritto nel cartello.
Che altro dire se non una chiara rivendicazione di razzismo o di istigazione ad azioni da compiere contro gli immigrati che sono in città.
Macerata viene dipinta come una città che fa dell’ accoglienza una sua peculiarità. A parole però.
Non c’ è nessun intervento concreto per migliorare la convivenza tra i cittadini italiani e le altre comunità straniere che risiedono in città. Quanto è accaduto all’ African Shop è una palese azione contro gli immigrati”.
Inoltre, prosegue il dott. Amanze:
“I primi a cercare di favorire l’ accoglienza siamo noi ma chi di dovere non ci ha mai coinvolto in progetti specifici per l’ integrazione. Vogliono chiuderci in un angolo invece di coinvolgerci in una politica di integrazione per la quale siamo i primi a volerci battere. Ma vengono fatte altre scelte, per compiacere chi è più vicino ai palazzi della politica

A.C.S.I.M. presenta: S.O.S Soul only Soul!

Sabato 21 marzo 2015 Discoteca all’ aperto in piazza C. Battisti

Evento musicale in occasione della Settimana d’Azione Contro il Razzismo

  locandina-800x500

 

Anche quest’anno è partita la campagna dell’UNAR contro le discriminazioni razziali con l’ undicesima settimana d’Azione contro il Razzismo, dal titolo

“Accendi la mente, spegni i pregiudizi” (dal 16 al 22 marzo).

 

L’UNAR ha invitato comuni, scuole, associazioni….. a partecipare alla settimana sollecitando l’ organizzazione di iniziative per sensibilizzare la cittadinanza sui temi della diversità e promuovere la ricchezza derivante da una società multietnica e multiculturale.

 

Il Comune di Macerata, in collaborazione con l’A.C.S.I.M. , ha organizzato un evento per la serata del 21 marzo, in cui ricorre la giornata mondiale per l’ eliminazione delle discriminazioni razziali : una serata musicale, aperta a tutti, in piazza Cesare Battisti.

 

L’ evento, che si terrà a partire dalle ore 18, vuole essere uno spunto di riflessione sul dialogo interculturale limitato dalla pratica di stereotipi e pregiudizi.

 

Lo spunto è dato dalla musica che unisce: il programma della serata infatti prevede un ricco intrattenimento musicale all’ insegna della black music o race music , Gospel, Jazz, Bues, Swing, Rock&Roll e Soul , Funk, Rap, R&B, Reggae Danche Hall, Disco, Hip Hop; musica che in origine era discriminata perchè ricondotta alla comunità afro-americana oggi invece appartiene a tutti noi.

 

Sulla piazza si esibiranno Dj Jeff e Dj Titino in alternanza con il gruppo giovani dell’A.C.S.I.M. che suoneranno e balleranno dal vivo ritmi dell’Africa nera.

 

Ad accompagnare la musica, sulle mura dei palazzi cittadini, saranno proiettate immagini e parole di uomini e donne di tutto il mondo che hanno lottato per l’uguaglianza utilizzando il talento messo loro a disposizione dalla natura: musica, danza, scrittura, poeia, politica, filosofia… Per non dimenticare che la cultura non ha patria né colore.

 

Inoltre per l’occasione l’ A.C.S.I.M. ha lanciato un contest fotografico su Instagram per coinvolgere anche i più giovani nella lotta attiva contro i pregiudizi razziali a favore dell’integrazione.

L’ idea è semplice: partendo dal tema di questo concorso, che è appunto la lotta al razzismo, i ragazzi individualmente o in gruppi, sono invitati a raccontare con una o più immagini la loro idea di integrazione e di lotta al pregiudizio.

 

Utilizzando l’ hashtag #controipregiudiziperlintegrazione, tutti potranno condividere su Instagram le proprie foto, contribuendo così alla diffusione di questo importante messaggio.

Tutte le foto scattate e postate con questo hashtag tra il 7 e il 19 marzo 2015 saranno poi raccolte e pubblicate sulla pagina Facebook dedicata al concorso.

Le più belle foto saranno poi selezionate per essere proiettate durante la serata dell 21 marzo.

11a Settimana d’Azione Contro il Razzismo 16-22 marzo 2015

Ecco lo spot che l’ Unar ha realizzato per la Settimana d’ Azione Contro il Razzismo: Accendi la mente spegni i pregiudizi!

Anche quest’ anno parte la campagna dell’ UNAR contro il razzismo.

Slogan di questa Undicesima edizione:”ACCENDI LA MENTE SPEGNI I PREGIUDIZI”

Questo è lo spot realizzato per la Settimana d’ Azione Contro il Razzismo (16-22 marzo 2015).

 

 

 

Settimana D’Azione contro il Razzismo- Contest fotografico su Instagram

Contro i pregiudizi, per l’ integrazione!

controipred

 

In occasione della Settimana d’ Azione contro il razzismo l’ ACSIM (Associazione Centro Servizi Immigrati Marche) di Macerata, lancia un contest fotografico su Instagram per coinvolgere anche i più giovani nella lotta attiva contro i pregiudizi razziali a favore dell’integrazione.

L’ idea è semplice: partendo dal tema di questo concorso, che è appunto la lotta al razzismo, i ragazzi individualmente o in gruppi, sono invitati a raccontare con una o più immagini la loro idea di integrazione e di lotta al pregiudizio.

Utilizzando l’ hashtag #controipregiudiziperlintegrazione, si potranno condividere su Instagram le proprie foto, contribuendo così alla diffusione di questo importante messaggio.

Tutte le foto scattate e postate con questo hashtag tra il 10 e il 19 marzo 2015 saranno poi raccolte e pubblicate sulla pagina Facebook dedicata al concorso;

le più belle inoltre saranno selezionate per essere proiettate durante l’ evento organizzato per la conclusione della Settimana d’ Azione contro il Razzismo che si terrà sabato 21 marzo a Macerata.

Partecipare al concorso è facile basta avere un account Instagram:

-scattare una foto e condividerla su Instagram con l’ hashtag #controipregiudiziperlintegrazione, specificare sempre attraverso un hashtag il proprio nome (il nome della classe e della scuola);

-non c’ è un limite di foto per persona o gruppo;

-partendo dal tema della lotta al razzismo, è possibile esprimere in qualsiasi modo la propria idea: con un “selfie”; l’ immagine di un luogo, qualsiasi cosa che rappresenti il proprio concetto di integrazione;

-le foto dovranno essere semplicemente condivise su Instagram dal 10 al 19 marzo;

-le foto selezionate per essere proiettate durante la serata finale saranno comunicate sulla pagina Facebook dell’ evento: Contro i pregiudizi, per l’ integrazione;

 

 

17 anni contro i pregiudizi per l’ integrazione

Festeggiamenti per i 17 anni di attivita’ dell’ Associazione Centro Sevizi Immigrati Marche

anniversario-17-acsim

Il 24 ottobre 2014, nella sala convegni di Banca Marche a Macerata, si è svolto il convegno organizzato da L’ A.C.S.I.M  per celebrare i 17 anni di attività dell’ Associazione Centro Servizi  Immigrati Marche.

La scelta di festeggiare proprio i diciassette anni di attività non è casuale, anzi, vuole essere una sorta di gesto a di là di ogni superstizione o scaramanzia. Infatti, questo numero nella nostra cultura è sinonimo di cattiva sorte  ma  questa associazione,  che è partita dal nulla,  grazie alla forza di volontà e all’ impegno del suo fondatore il dott. Amanze Daniel Chibunna e di tutti i suoi collaboratori, in 17 anni fortuna o no,  è riuscita a crescere e a inserirsi nella realtà sociale della regione Marche,  aiutando e informando con le sue attività un sempre più vasto numero di immigrati provenienti da tutto il mondo, che hanno trovato nell’ A.C.S.I.M.  un importante punto di riferimento.

Come è da sempre nello stile dell’A.c.s.i.m.  la giornata,  oltre a celebrare i traguardi raggiunti in anni di duro lavoro, è voluta essere un momento di riflessione e di approfondimento sui temi che sono al centro delle attività dell’ associazione. Il programma della mattinata,  infatti, prevedeva interventi su temi come l’ integrazione linguistica degli immigrati, la lotta alle discriminazioni razziali la sensibilizzazione sui temi della salute della persona.  In particolare si è voluto dare spazio al tema della salute delle donne in relazione alla problematica del tumore al seno, con uno occhio speciale alle donne immigrate spesso allo scuro dei servizi socio-sanitari a loro dedicati.

La mattinata condotta dal Prof. Nedo Fanelli, è iniziata con gli onori di casa del presidente dell’ A.C.S.I.M.dott. Daniel Chibunna Amanze il quale ha introdotto la visione del video “Sono uno di voi”.

Uno di Voi

Il programma della giornata prevedeva numerosi interventi tra cui anche la presentazione da parte della dott.ssa Santori e della dott.ssa Carmen Diana Fezer di alcune delle più importanti attività svolte dall’ A.c.s.i.m.. Ma visto il poco tempo a disposizione si è preferito lasciare spazio agli ospiti gentilmente intervenuti:

Il dott. Lorenzo Rocca, esperto del CVCL Università per Stranieri di Perugia, che  con il suo prezioso contributo sul tema “Integrazione e requisiti richiesti: scenari europei e normativa italiana”, ha fatto il punto sulla situazione attuale dei requisiti linguistici richiesti nei vari contesti europei agli immigrati.

La dott.ssa Paola Nicolini con l’ intervento“Il mondo nella mente: ostacoli e possibilità” sul tema dell’ integrazione nelle scuole, ha introdotto la visione del video “Abbiamo un sogno” vincitore del Premio della Non Violenza 2013.

Riprendendo il tema essenziale dell’ integrazione linguistica, la dott.ssa Beatrice Cocciarini esperta A.C.S.I.M. con il suo contributo “A.c.s.i.m. la lingua italiana e le certificazioni di competenza linguistica” la quale  ha illustrato alla sala le numerose attività di preparazione e conseguimento di attestati di lingua italiana (italiano L2) svolte durante questi anni dall’ A.c.s.i.m. in collaborazione con l’ Università per Stranieri di Perugia.

La dott.ssa  Cristiana Russo con un interessante intervento dal  titolo  “L’UNAR e il Piano Nazionale d’Azione  contro il Razzismo, la Xenofobia e l’Intolleranza“ ha illustrato  missione e attività dell’ Ufficio Antidiscriminazione a partire dalla sua fondazione in attuazione della Direttiva n. 2000/43/CE ad oggi.

Uno dei momenti  più importanti della giornata è stato  la presentazione dello spot multilingue dal titolo “Prenditi cura di Te” dedicato alla prevenzione del tumore al seno. (Per vedere lo spot e sapere di più riguardo la campagna di sensibilizzazione cliccare qui )

Lo spot realizzato nell’ ambito del progetto “VIA LATTEA: LA GALASSIA DELLE DONNE”   è stato introdotto dall’ intervento di Marinella Viganelli e Maria Lo Presti volontarie della Fondazione G. Susan Komen Italia Onlus.

Non meno significativa  è stata la partecipazione del dott. Filippo Davoli, critico e poeta maceratese, che ha prestato la sua voce alla poesia “Madre Città”.

Durante l’incontro  inoltre sono intervenuti  apportando il loro prezioso contributo diversi professionisti che da anni collaborano alle attività promosse dall’ associazione e alcune della autorità locali :  Servizio Politiche Sociali della Regione Marche, l’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Macerata, l’Assessorato Beni e Attività Culturali e Turismo della Provincia di Macerata, il Coordinatore ATS 16-17-18, il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza – Ombudsman delle Marche.

Con grande gioia di tutta l’A.C.S.I.M.  la partecipazione ai festeggiamenti  è stata numerosa e soprattutto sentita.  L’associazione coglie l’ occasione  per ringraziare ancora una volta non solo tutti collaboratori,  i professionisti e i volontari che hanno arricchito la mattinata con i loro interventi, ma anche  tutti i partecipanti ( e chi avrebbe voluto partecipare e non ha potuto). UN SENTITO GRAZIE!

Continuate a seguire le attività dell’ A.C.S.I.M.  e a collaborare con noi, in qualsiasi modo possiate contribuire, CONTRO I PREGIUDIZI PER FAVORIRE L’ INTEGRAZIONE!

 

Decima Settimana di azione contro il Razzismo

L’ACSIM aderisce alla campagna UNAR

“Coloriamoci di arancione per dire NO al razzismo”: è questo l’invito lanciato dall’A.C.S.I.M. (Associazione Centro Servizi Immigrati Marche) di Macerata in occasione della Giornata mondiale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali, che si celebra in tutto il mondo il 21 Marzo.

Tutte le sedi operative A.C.S.I.M. sparse sul territorio provinciale si tingeranno di arancione, il colore scelto come simbolo della lotta al razzismo e ad ogni forma di disuguaglianza, per testimoniare il loro appoggio alla campagna di sensibilizzazione promossa dall’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali).

L’A.C.S.I.M., da quasi venti anni attiva nell’assistenza ai migranti, ai richiedenti asilo ed ai minori soli e nella promozione di attività di sensibilizzazione sui temi della diversità, dell’integrazione e della multiculturalità, invita tutti i cittadini, gli enti e le istituzioni a munirsi di un pezzo di stoffa arancione da esporre presso le proprie strutture o da portare con sé durante la giornata di oggi per lanciare un segnale forte a sostegno delle vittime di ogni forma di intolleranza e discriminazione.

colora arancione grande