Sbarchi e accoglienza in Italia: i dati più interessanti

Il Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione – Ministero dell’Interno – pubblica periodicamente, sia su base giornaliera che mensile, dei rapporti statistici sugli sbarchi e l’accoglienza nel nostro Paese.

Osservando come periodi di riferimento gennaio 2016 e gennaio 2017, tra i dati più significativi a livello nazionale risaltano:

– un calo tendenziale del numero dei migranti sbarcati: a gennaio 2016 si attestavano a 5.273 mentre i rilevamenti a gennaio 2017 registrano 4504 sbarchi.

– le nazionalità maggiormente dichiarate al momento dello sbarco sono in ordine : Costa D’Avorio, Guinea e Nigeria. Nell’anno precedente le nazionalità dichiarate erano principalmente Nigeria, Eritrea e Guinea.

– per quanto riguarda i minori stranieri non accompagnati (MSNA) al 23 gennaio i dati segnalano 395 sbarchi.

– un ultimo dato interessante riguarda i migranti effettivamente ricollocati dall’Italia verso altri paesi. La procedura ha coinvolto in totale 2.916 migranti (2.696 adulti e 22 bambini). I paesi di destinazione maggiormente interessati sono stati nell’ordine: Germania, Norvegia, Olanda e Finlandia.

Uno sguardo sulla regione Marche:

4.683 gli accolti sul territorio marchigiano per l’anno 2016, mentre al gennaio 2017 il dato è di 4.533 migranti (il 3% del totale degli accolti a livello nazionale).

Per quanto riguarda la collocazione tra le varie tipologie distrutture di accoglienza al 31/01/17:

684 sono i migranti accolti nelle strutture SPRAR;

3.849 nelle strutture temporanee.

*Dati e grafici estrapolati da:

http://www.libertaciviliimmigrazione.dlci.interno.gov.it/it/documentazione/statistica/cruscotto-statistico-giornaliero

rssyoutube

A.C.S.I.M. al Quirinale!

l’A.C.S.I.M. tra gli ospiti dell’incontro che si terra’ al Palazzo del Quirinale, sabato 5 dicembre prossimo, in occasione della Giornata Internazionale del Volontariato

Il 5 dicembre si celebra la Giornata Internazionale del Volontariato, ricorrenza nata nel 1985 con risoluzione delle Nazioni Unite.

Come di consueto la Presidenza della Repubblica si accinge a celebrare tale giornata e quest’anno l’A.C.S.I.M. è tra gli ospiti dell’incontro che si terrà al Palazzo del Quirinale sabato 5 dicembre prossimo.

Onorati dell’invito parteciperanno alle celebrazioni in rappresentanza della nostra organizzazione il Presidente Dott. Amanze Daniel Chibunna e della dott.ssa Santori Norma.

rssyoutube

“Citta’ accogliente?Solamente a parole”

Corriere

Blitz di fuoco, Amanze dell’ Acsim spara a zero. Christabel e la figlioletta ora dormono nel negozio

Così intitola il “Corriere Adriatico” l’ articolo di cronaca riguardo i fatti accaduti domenica 15 marzo a Macerata, quando all’African Shop di via Morbiducci è stato appiccato un incendio ed è stata lasciata una scritta razzista sulla porta.Il presidente dell’ ACSIM commenta così l’ accaduto:
“Salvo prova contraria, la scritta lasciata sulla porta del locale evidenzia un’ azione diretta e chiara.
Immigrati andate a casa c’ era scritto nel cartello.
Che altro dire se non una chiara rivendicazione di razzismo o di istigazione ad azioni da compiere contro gli immigrati che sono in città.
Macerata viene dipinta come una città che fa dell’ accoglienza una sua peculiarità. A parole però.
Non c’ è nessun intervento concreto per migliorare la convivenza tra i cittadini italiani e le altre comunità straniere che risiedono in città. Quanto è accaduto all’ African Shop è una palese azione contro gli immigrati”.
Inoltre, prosegue il dott. Amanze:
“I primi a cercare di favorire l’ accoglienza siamo noi ma chi di dovere non ci ha mai coinvolto in progetti specifici per l’ integrazione. Vogliono chiuderci in un angolo invece di coinvolgerci in una politica di integrazione per la quale siamo i primi a volerci battere. Ma vengono fatte altre scelte, per compiacere chi è più vicino ai palazzi della politica

rssyoutube